Castiglione della Pescaia, borgo incantato

Una costa incantevole e la vivacità dell’estate

castiglione della pescaia panoramaFra l’azzurro del mare e il verde delle colline è raccolto Castiglione della Pescaia. Il paese è una rinomata e attrezzata località balneare, famosa nel panorama turistico italiano e internazionale, per le belle spiagge e le ricche pinete che proseguono fino a Marina di Grosseto con la magnifica Pineta del Tombolo. Inerpicato su uno sprone del Monte Petriccio, si sviluppa l’antico borgo medioevale chiuso da una formidabile cinta muraria con torri, portali e un castello del XV sec. Originariamente ad est del paese si estendeva l’antico lago Prile, possedimento etrusco, poi divenuto Portus Traianus sotto i Romani. Con il passare dei secoli, il lago andò prosciugandosi e la vasta palude che si formò fu sanata dalla grande opera di bonifica del Granduca Leopoldo. Di quella vasta area oggi rimane la riserva naturale della Diaccia Botrona, considerata la più significativa area umida d’Italia e riconosciuta come zona di importanza internazionale per il raro ecosistema che possiede.Il paese è un antico borgo di pescatori, come tramanda l’appellativo della Pescaia, e nel pittoresco porto-canale trovano posto imbarcazioni da diporto di ogni tipo e ogni sera attraccano le barche da pesca con il loro carico guizzante. Molto esteso è il polmone verde che lo circonda, dove convivono armoniosamente la componente animale, caratterizzata da un’ interessante e spettacolare avifauna, ed una più che variegata flora. All’interno del suo territorio è anche possibile compiere passeggiate a piedi, a cavallo o in bicicletta lungo strade asfaltate o sentieri che si addentrano nel sottobosco tra il muschio e gli aghi di pino. Il mare è incontaminato e le lunghissime spiagge di sabbia fine e chiara si estendono sino ai margini della pineta. Qui il turista può trovare tutto quello che desidera per praticare sport velici o godersi una vita balneare intensa, ricca di innumerevoli possibilità di svago e di divertimento; ma si può anche trovare ampi spazi di litorale dove contemplare la natura incontaminata lontano dal rumore e dall’affollamento degli stabilimenti balneari.Meritano una visita anche i dintorni di Castiglione della Pescaia ricchi di località affascinanti come: Vetulonia, una delle più importanti città etrusche, dove è visitabile l’importante necropoli e il museo archeologico; Tirli, un borgo dove è facile capire com’era la vita nella Maremma di un tempo, famoso per la cucina rustica e genuina; l’antichissimo Buriano, con il suo castello medioevale e una vista panoramica di grande ampiezza sulla Maremma; infine, a circa 15 km da Castiglione della Pescaia, Punta Ala una località turistica con attrezzature balneari e alberghiere di alto livello, famosa per il suo porto dotato di attrezzature fra le più complete e all’avanguardia del Mediterraneo.

 


La cittadina di Castiglione della Pescaia custodisce monumenti ed edifici di rilevanza storico-artistica:

Pieve di San Giovanni Battista, chiesa di origine medievale quasi completamente restaurata nel XVI secolo, ma la costruzione originaria risale al 1051, al suo fianco si erge una torre campanaria, che fu eretta nel corso del XX secolo in stile gotico.

Chiesa di Santa Maria del Giglio, edificio risalente al 1200, nacque probabilmente con il nome di Cappella di Santa Maria della Porta, l’aspetto attuale è dovuto alle modifiche ed ai lavori che sono stati effettuati nel corso del 1700, particolarità di questa chiesa, è quella di essere stata realizzata con materiale reperito presso il Romitorio, abbandonato, di Santa Petronilla.

Chiesa della Compagnia del Corpus Domini, antica chiesa di Castiglione della Pescaia, sorto nel corso dell’epoca Rinascimentale come luogo di culto per gli ammalati e per i più bisognosi, al suo interno si trovavano alcuni affreschi realizzati in stile barocco, a partire dal XIX secolo la chiesa venne progressivamente abbandonata ed oggi risulta essere completamente inglobata fra le costruzioni del centro storico.

Chiesa di San Sebastiano, oratorio che fu eretto nei primi decenni del 1600 sui ruderi della preesistente Chiesa dei Santi Sebastiano e Rocco, alla fine del 1700 la chiesa venne lentamente abbandonata.

Chiesa di San Nicola, antica costruzione risalente al 1188, oggi questo edificio non esiste più.

Palazzo Camaiori, edificio sorto in epoca rinascimentale, nacque nel corso del 1400 e fu la residenza della famiglia dalla quale prende il nome, la facciata, molto semplice, si caratterizza per la presenza di un grande stemma.

Palazzo dello Spedale che, sorto nella prima metà del 1600, nacque come punto di riferimento per tutti i cittadini.

Palazzo del Pretorio, edificio che sorge nel centro storico del paese, le sue origini si collocano nel primo periodo medievale, ma l’aspetto attuale è dovuto a ristrutturazioni effettuate nel corso del XVIII secolo.

Palazzo Centurioni, costruzione rinascimentale completamente restaurata e ristrutturata nel corso del 1900.

Torre Lilli, costruzione di origine medievale, sorge sull’antico tracciato delle Mura di Origine Pisana, si tratta di una delle principali torri difensive della città.

Torre di Via Cristoforo Colombo, torre difensiva che sorge in direzione del mare, la sua costruzione viene fatta risalire al 1200.

Mura di Cinta,  edificate dai pisani nel corso del X secolo, le mura circondano tutta la parte antica del paese, si snodano fra percorsi in salita e percorsi in discesa e si costituiscono di ben 11 torri di difesa ed avvistamento.

 


La Riserva Naturale della Diaccia Botrona è una Parco Protetto che si trova nel territorio del comune di Castiglione della Pescaia, nel cuore della Maremma Toscana, si tratta di un ambiente prevalentemente umido e palustre, al suo interno si colloca il Lago Prile, un tempo ampio e fiorente, ed oggi quasi totalmente prosciutato in seguito alle opere di bonifica attuate dalla famiglia dei Lorena.

Al suo interno si trova una flora molto ricca e varia, vi si possono scorgere canneti, salici, olmi, giunchi, limonio, frassini salicornie ma anche rosmarino, pino domestico e cespugli di macchia mediterranea.

Per quanto riguarda la flora locale invece, la palude della Riserva Naturale della Diaccia Botrona, ospita aironi, falchi di palude, tarabusi, oche selvatiche, fenicotteri, falchi pescatori, gru, beccaccini, alzavole, germani reali, cavalieri d’Italia, aironi cinerini e garzette.

 


Vetulonia è un borgo di origine medievale che si trova nel comune di Castiglione della Pescaia, nei territori della Maremma Toscana, le sue origini si collocano nel VII secolo a.C. e fu uno dei più importanti centri dell’Impero Romano, naturalmente la cittadina che vediamo oggi non è quella sorta in epoca etrusca, di quella originaria rimane un importante sito archeologico, che è stato riportato alla luce da Isidoro Falchi.

La Vetulonia attuale ha origini medievali e nel corso dei secoli fu un possedimento dei Vescovi di Lucca, della nobile famiglia dei Lambardi di Buriano, dell’Abbazia di San Bartolomeo, della città di Massa Marittima, della Repubblica di Siena ed infine del Granducato di Toscana.

Da Visitare nella città di Vetulonia:

Cassero, costruzione di origine medievale che si costiusce di una imponente cinta muraria interamente realizzata in pietra.

Oratorio di Santa Maria delle Grazie, l’edificio nacque come sede della Compagnia dei Santi Fabiano e Sebastiano.

Abbazia di San Bartolomeo, edificio sacro risalente all’XI secolo.

Chiesa dei Santi Giuda e Simone, risalente al primo periodo medievale ed interamente realizzata in stile romanico.

A pochi chilometri di distanza dal paese si trova anche l’Insediamento Archeologico di Vetulonia, la cui visita potrà sicuramente essere un’esperienza particolarmente interessante, per la possibilità di ammirare ruderi e resti di antiche costruzioni etrusche.